/ Sicurezza / GDPR: Alcuni consigli per la sicurezza

GDPR: Alcuni consigli per la sicurezza

image_pdfimage_print

GDPR: Alcuni consigli per la sicurezza

GDPR - La sicurezza e la tutela dei dati sensibili

Il GDPR, è un regolamento dell’UE che ha come obbiettivo specifico la privacy e la riservatezza dei dati personali degli utenti.

Il termine per l’applicazione del “General Data Protection Regulation” si sta avvicinando e tutte le aziende europee devono organizzarsi prima possibile.

Consigli sulla conformità: strategie di sicurezza

La sicurezza è l’aspetto essenziale dell’applicazione del GDPR: qualsiasi violazione da parte delle aziende può comportare pesanti penalità e multe.

Con l’avvicinarsi della data ultima per l’adeguamento, fissata per il 25 Maggio 2018, diventa obbligo legale il miglioramento della sicurezza.

1. Rafforzare la sicurezza adattandola al contesto.

Recentemente, gli utenti della telefonia mobile che accedono a servizi e applicazioni in cloud sono aumentati ad un ritmo incontrollabile.

E’ fondamentale implementare controlli e misure di sicurezza che tengano conto del contesto reale.

Gli standard di sicurezza e i controlli devono tenere di conto la natura dei dispositivi, la tipologia della rete aziendale e l’ampiezza dell’uso dei dispositivi perché possano realmente aiutare le aziende ad ottenere la conformità al GDPR.

Un approccio di questo tipo aiuta anche i reparti IT a tracciare la posizione dell’utente e approntare efficaci metodi di controllo.

2. Riduzione degli Accessi Privilegiati

Le organizzazioni devono ridurre la frequenza con la quale vengono concessi agli utenti i diritti di amministrazione, garantire  accessi speciali ad un ampio numero di utenti non fa altro che aumentare i rischi alla sicurezza.

I malintenzionati sono sempre a caccia di sistemi, reti aziendali e app dove sono garantiti i privilegi di amministrazione.

L’approccio più adatto è quello di organizzare un sistema che adatti le autorizzazioni e le capacità di accesso alla rete in base ai requisiti di ogni specifico utente.

Un approccio di questo tipo riduce il numero di utenti con privilegi di amministrazione, salvaguarda i dati personali e aiuta nell’attuazione della GDPR.

3. Limitare il tasso di successo dei Ransomware

Dato che i cyber-criminali fanno molto affidamento sugli attacchi di phishing e sulla trasmissione di codici dannosi per accedere ai dati degli utenti, diviene fondamentale per le aziende  prestare attenzione alla formazione dei dipendenti.

Controlli dinamici possono essere usati per bloccare l’accesso a file e siti web specifici.

Bloccare automaticamente i dispositivi esterni e impedire il salvataggio di file sui dispositivi aziendali sono utili a rafforzare la sicurezza del sistema IT.

4. Registrare l’accesso ai dai personali

La conformità al GDPR richiede che le aziende mantengano registrazioni e report relativi all’accesso degli utenti.

La capacità di tracciare, registrare, organizzare report in maniera automatica è un punto essenziale del GDPR.

seqriteSeqrite può aiutare le aziende ad essere conformi al GDPR?

Il prodotto offre una serie di strategie di sicurezza che possono aiutare le aziende ad organizzare la conformità al GDPR.

  • Servizi avanzati di Protezione degli Endpoint.
    • Antivirus
    • Web Filtering
  • Funzione anti-ransomware
  • servizi di DLP (Data Loss Prevention)

Seqrite può aiutare le aziende a garantire i requisiti di conformità previsti.

Per maggiori informazioni:  http://www.caronni.it/seqrite-protezione-centralizzata-dlp/

per avere informazioni aggiuntive 

chiama direttamente un nostro responsabile:

0362 559383 – 1 commerciali

commerciale@caronni.it

Top